Caricamento in corso...
Chiudi
Cosa ti piacerebbe condividere oggi?
Puoi anche preferire questi tipi di commento per avere un accesso più rapido
Foto
File
Link
Stato
Foto
File
Link
Condividi ciò che c'è di nuovo...
  Aggiungi foto   Clicca o trascina qui le foto per caricarle
In attesa Preparazione al caricamento... Caricamento... Caricamento fallito. (guarda dettagli) Caricamento completato.
( restanti)
Aggiungi File Fare clic o rilasciare i file qui e carica
Digita un hashtag per iniziare a cercare i tag
La parola chiave non corrisponde a nessun tag
Digita il nome di un tuo amico
Non ho trovato nessun amico con quel nome
La parola chiave non corrisponde ad alcuna emoticon
Chiudi
Chiudi

Tabella dei Cookie

I cookies di questo sito sono disabilitati.
Puoi cambiare la tua scelta in qualsiasi momento cliccando il bottone "Accetta Cookies".

Chiudi
Categoria di gruppi aventi come tematica di interesse la filosofia e la cultura
  • 2 Gruppi
  • 0 Album
Gruppi casuali
Ubuntu
4 Membri
Thinking
5 Membri
Membri casuali
Album casuali
Ancora nessun album qui

Aggiornamenti recenti

Elementi Appuntati
Attività recenti
  • Le 10 leggi del potere, di #NoamChomsky

    1) Prima di tutto, distrarre il pubblico

    Tra le armi più potenti di manipolazione vi è la distrazione che consiste nello spostare l’attenzione del pubblico da temi importanti e dai cambiamenti decisi...
    Le 10 leggi del potere, di #NoamChomsky

    1) Prima di tutto, distrarre il pubblico

    Tra le armi più potenti di manipolazione vi è la distrazione che consiste nello spostare l’attenzione del pubblico da temi importanti e dai cambiamenti decisi dall’alto attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti.”

    2) Problema e soluzione

    Mostrare un determinato tema come un problema, per poi creare una soluzione che sarebbe difficilmente accettata in altro modo ed è già stata decisa a priori. Es: obiettivo non far uscire le persone di casa. Strategia: Creare una situazione di allarme e paura e proporre il lockdown come l’unica soluzione al problema.

    3) La gradualità

    In molti casi per poter manipolare le masse è necessario farlo gradualmente. Nel caso dell’eliminazione di alcuni diritti fondamentali, per esempio, è preferibile eliminarli in piccole dosi per non causare le proteste dei cittadini. Es. Obiettivo il lockdown. Strategia: restrizioni graduali della libertà sino ad arrivare al lockdown.

    4) Differire

    In questo caso, si presenta una determinata riforma assicurando che, pur essendo negativa per i cittadini, nel breve periodo sarà positiva per tutti nel lungo periodo. In questo modo, le persone saranno meno propense a protestare perché si aspettano dei benefici. Qualora i benefici promessi non si dovessero palesare sarà già troppo tardi e le persone si saranno già abituate al cambiamento. Es. Obiettivo: lockdown. Strategia: chiedere un sacrificio adesso promettendo che andrà tutto bene poi solo se tutti ci sacrifichiamo ora.

    5) Infantilizzare il pubblico

    Sia nelle pubblicità che nei discorsi politici, spesso si tende a parlare agli ascoltatori come se fossero bambini. In questo modo, si azzera il senso critico delle persone che saranno più propense ad accettare il messaggio. Es. obiettivo: Lockdown. Strategia: messaggi che comunicano che è necessario obbligare i cittadini a stare in casa perché altrimenti non rispettano le regole e non comprendono il pericolo.

    6) Usare le emozioni

    I messaggi manipolativi agiscono sulle emozioni in modo da agire direttamente sull’inconscio che non saranno più in grado di utilizzare in modo efficiente la parte razionale ed il proprio pensiero critico. Es.: tutta l’informazione mediatica relativa al Covid-19 mette l’attenzione sul crescente numero di contagiati e morti senza informare sul numero dei guariti, sui progressi fatti nelle cure, sul reale tasso di letalità del virus ovvero sta agendo sulla paura atavica della malattia e della morte delle persone.

    7) Pubblico ignorante e compiacente

    Un pubblico ignorante e/o compiacente non abituato al pensiero critico è facilmente manipolabile. Un sistema educativo basato più sull’acquisizione di nozioni che sulla formazione di un pensiero critico, dunque, è uno strumento potente per il controllo di massa, così come conformare i bisogni e creare mode e tendenze.

    9) Rafforzare il senso di colpa

    Questa strategia di manipolazione di massa tende a far credere alla persone che tutti i loro problemi derivino da loro stessi. Invece di ribellarsi contro il sistema, dunque, i cittadini penseranno di essere i responsabili diretti di ciò che sta accadendo. Es.: i contagi da Covid aumentano perché non tutti portano le mascherine e rispettano le regole, per cui la colpa della diffusione di un virus ricade sui cittadini considerati poco responsabili.

    10) Conoscere l’essere umano

    Maggiore è la conoscenza dell’essere umano, maggiore è il controllo che si riesce ad esercitare ed i governi hanno una vasta conoscenza delle persone, per cui riesce ad avere un grande controllo sui cittadini. Es. Le informazioni contenute nei social network, nei motori di ricerca e attraverso le App sono accuratamente studiate sia dalle agenzie di marketing che da tutti quegli enti che necessitano di informazioni relativamente ad un individuo o ad uno specifico target per controllare le persone e le masse.
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • ESSERE TE non è una "ricerca". Essere TE è vivere. Vivere ogni momento della tua giornata facendone una esperienza consapevole.

    Cosa significa?

    Sei conscia del sapore che hai in bocca adesso?

    Percepisci il tuo respiro nel petto?

    Senti la...
    ESSERE TE non è una "ricerca". Essere TE è vivere. Vivere ogni momento della tua giornata facendone una esperienza consapevole.

    Cosa significa?

    Sei conscia del sapore che hai in bocca adesso?

    Percepisci il tuo respiro nel petto?

    Senti la vibrazione/formicolio nei piedi?

    Quando qualcuno ti dice qualcosa e percepisci un fastidio, una reattività emozionale, fuggi da quella sensazione, tenti di accusare l’altro-da-te o la accogli per osservarla?

    Osserva dove sei con la testa quando non sei con TE, quando non sei IN TE.

    Quando non sei IN TE, sei nei luoghi della memoria e della proiezione...e generi vuoti, conflitti, mancanze, sofferenze emozionali.

    Vi è una memoria che torna per essere integrata, compresa, amata, accudita come tesoro di crescita personale.

    Vi è una memoria che blocca l’energia e ti fa reiterare comportamenti, pensieri, azioni disfunzionali per te e per l’altro.

    Quando non sei IN TE, non senti il miracolo della VITA che scorre in te in ogni istante, adesso, non comprendi che tutte le esperienze sono un dono che ti fa crescere.

    Chi non sente più la Vita dentro di sé si ammala, si incattivisce, si dispera, si lascia mangiare da irrequietezza, dispiacere, rammarico, invidia, paura, disfattismo...Piuttosto che cogliere il tesoro attraverso l’alchimia della comprensione (prendere con sé il significato in modo espansivo), la mente viene utilizzata per sostenere condizionamenti che bloccano e chiudono il cuore.

    Ricorda sempre che tu generi il tuo mondo ad immagine e somiglianza dei tuoi pensieri-emozioni.

    Sei Vita in ogni cellula, sei ricchezza in ogni particella di Te, sei energia che scorre e fluisce, che ha il potenziale della trasformazione totale in ogni respiro che fai, che sei…a meno che tu scelga diversamente.

    Se il tuo sguardo è sempre sul dolore senza farne una esperienza-insegnamento, come farai a liberare la Vita nelle tue cellule?

    Se, invece, onori e ringrazi con umiltà la Vita che scorre dentro di te, la vita che scorre in tutta la natura e gli esseri viventi, se lo fai veramente con commozione profonda nel tuo cuore…allora tutto cambia…la tua coscienza si apre e diventi più grande.

    Respira in te, con te, con la Vita tutta e sii Te dal profondo della tua Essenza.

    ESSERE con autenticità e oltre le forme, nella verità del tuo cuore, è il più bel regalo che puoi fare a te e al Mondo.

    Così è.

    Manuela Forte
    27 dicembre 2020
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Adulto è colui che ha preso in carico il bambino che è stato, ne è diventato il padre e la madre.

    Adulto è colui che ha curato le ferite della propria infanzia, riaprendole per vedere se ci sono cancrene in atto, guardandole in faccia, non...
    Adulto è colui che ha preso in carico il bambino che è stato, ne è diventato il padre e la madre.

    Adulto è colui che ha curato le ferite della propria infanzia, riaprendole per vedere se ci sono cancrene in atto, guardandole in faccia, non nascondendo il bambino ferito che è stato, ma rispettandolo profondamente, riconoscendone la verità dei sentimenti passati che, se non ascoltati, diventano presenti, futuri, eterni.

    Adulto è colui che smette di cercare i propri genitori ovunque e ciò che loro non hanno saputo o potuto dare.

    È qualcuno che non cerca compiacimento, rapporti privilegiati, amore incondizionato, senso per la propria esistenza, nel partner, nei figli, nei colleghi, negli amici.

    Adulto è colui che non crea transfert costanti, vivendo in un perpetuo e doloroso gioco di ruolo, in cui cerca di portare dentro gli altri, a volte trascinandoli per i capelli.

    Adulto è chi si assume le proprie responsabilità, ma non quelle come timbrare il cartellino, pagare le bollette o rifare i letti e le lavatrici.
    Ma le responsabilità delle proprie scelte, delle proprie azioni, delle proprie paure e delle proprie fragilità.

    Responsabile è chi prende la propria vita in carico, senza più attribuire colpe alla crisi, al governo ladro, al sindaco che scalda la poltrona, alla società malata, ai piccioni che portano le malattie e all’insegnante delle elementari che era frustrata e le puzzava il fiato.

    Sembrano adulti, ma non lo sono affatto.

    Chi da bambino è stato umiliato, chi ha pensato di non esser stato amato abbastanza, chi ha vissuto l’abbandono e ne rivive costantemente la paura, chi ha incontrato la rabbia e la violenza, chi si è sentito eccessivamente responsabilizzato, chi ha urlato senza voce, chi la voce ce l’aveva, ma non c’era nessuno con orecchie per sentire, chi ha atteso invano mani, chi le mani le ha temute.

    Per tutti questi “chi”, se non c’è stato un momento di profonda rielaborazione, se non si è avuto ancora il coraggio di accettare il dolore vissuto, se non si è pronti per dire addio a quel bambino, allora “l’adultità” è un’illusione.

    Io ho paura di questi bambini feriti travestiti da adulti, perché se un bambino ferito urla e scalcia, un adulto che nega le proprie emozioni è pronto a fare qualsiasi cosa.

    Un bambino ferito, travestito da adulto, è una bomba ad orologeria.

    L’odio potrebbe scoppiare ciclicamente o attendere a lungo per una sola e violenta detonazione, altri preferiscono implodere, mutilando anima e corpo, pur di non vedere.

    Ciò che separa il bambino dall’adulto è la consapevolezza.

    Ciò che separa l’illusione dalla consapevolezza è la capacità di sostenere l’onda d’urto della deflagrazione del dolore accumulato.

    Ciò che rimane, dopo che il dolore è uscito, è amore, empatia, accettazione e leggerezza.

    (Emily Mignanelli)
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Ricerca Indipendente ha caricato un nuovo video in Thinking
    In questa videolettura Enrico Montesano ci spiega il significato dei concetti "Normopatia" e "Finestra di Overton".
    Le correlazioni sono evidenti.
    Enrico Montesano - Normopatìa e Finestra di Overton
    Enrico Montesano spiega il significato dei concetti "Normopatia" e "Finestra di Overton".
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Ricerca Indipendente ha caricato un nuovo video in Thinking
    Totalitarismo Morbido: Enrico Montesano legge Günther Anders.
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Ricerca Indipendente Annuncio
    Abbiamo creato questo canale Telegram per dare voce a tutte quelle notizie che dimostrano che i vaccini COVID e antinfluenzali sono stati e saranno i principali colpevoli di polmonite bilaterale, soffocamento, morte e altri effetti collaterali gravi. Unisciti al canale!
    Io non mi vaccino
    https://t.me/noalvaccino
  •   Purple 61 N.T. ha reagito a questo post 2 mesi fa
    Quando qualcuno cerca di provocarti, insultarti o di dire o fare qualcosa per farti arrabbiare, fai un bel respiro e non prendertela... Ricorda, chi si offende facilmente è facilmente manipolabile.
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  •   Purple 61 N.T. ha reagito a questo post 2 mesi fa
    I governi non vogliono un popolo intelligente, perché le persone che pensano in maniera critica non possono essere controllate e governate. Loro vogliono un popolo a malapena intelligente da saper pagare le tasse e sufficientemente stupido da...
    I governi non vogliono un popolo intelligente, perché le persone che pensano in maniera critica non possono essere controllate e governate. Loro vogliono un popolo a malapena intelligente da saper pagare le tasse e sufficientemente stupido da continuare a votare.
    Altro
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  •   Purple 61 N.T. ha reagito a questo post 3 mesi fa
    #Gandhi #reachinggoals #satisfaction
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  •   Purple 61 N.T. ha reagito a questo post 3 mesi fa
    #equity #paradoxically #unfairness #reflexionofsociety
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
Non ci sono ancora attività.
Impossibile caricare il contenuto del tooltip.








Privacy Defender